Domande e Risposte: moralità

Il punto essenziale del vivere una vita di moralità è che tu non cerchi scuse per comportarti in modo sbagliato. Una scusa è che devi essere disonesto per avere successo in questo mondo perché tutti lo fanno e vanno avanti velocemente. E, se tu non facessi lo stesso rimarresti indietro.

Cerca di capire che questo modo di pensare deriva da una debolezza della mente. Questa meditazione renderà la tua mente così forte che non prenderai mai nemmeno in considerazione di comportarti in modo immorale; e troverai il successo sulla soglia di casa. Al contrario, se hai paura di fallire perché non usi sotterfugi per ottenere successo, allora questa paura diventerà la causa del tuo fallimento, laddove invece la forza della mente ti porterà il successo. Quindi devi rafforzare la mente e non indebolirla con un pretesto o l’altro.

Crescendo capirai meglio che le persone che hanno ottenuto nome, fama, posizione e ricchezza con mezzi disonesti e che apparentemente conducono vite di grande successo, restano agitate e piene di sofferenza. Progredendo su questo sentiero, ti renderai conto che queste persone non dormono bene la notte e non hanno pace nella mente durante il giorno. Che cosa ci hanno guadagnato con tutto il loro successo? La ricchezza, la posizione, la fama e il nome sono inutili se non portano pace e felicità.

D’altro canto, una persona che non è ricca e famosa ma che ha un cuore contento e compassionevole è un’anima veramente nobile e conduce una vita veramente felice. Quindi per competere nel mondo e ottenere successo, non imboccate il sentiero sbagliato. È per questo che state imparando a meditare così da giovani, per non imboccare mai per nulla al mondo il sentiero sbagliato. Anche se è per una giusta causa, non imboccate il sentiero sbagliato. Prendete sempre la strada giusta per la giusta causa.

Questa è davvero una buona domanda. Se l’osservazione del respiro non ci aiutasse a preservare la moralità e a migliorarci, allora sarebbe un spreco di tempo. Questa tecnica ci aiuterà molto nel vivere una buona vita. Se continuiamo ad osservare il flusso naturale del respiro, scopriremo che ci aiuta ad ottenere il controllo della nostra mente. La nostra mente non sarà debole e agitata. La sua capacilà di concentrarsi migliorerà. Più si concentra, più forte e saggia diventa. La facoltà della consapevolezza migliora. Se la mente si arrabbia, subito se ne accorgerà. Allora tutto quello che dovrai fare è osservare il respiro per alcuni minuti e la rabbia se ne andrà. Prima, quando eravamo di umore nero, avremmo urlato contro qualcuno o avremmo perso il controllo e lo avremmo picchiato, cosa che è sbagliata. Quindi Anapana ci ha impedito di fare del male. Ogni azione sbagliata che facciamo inquina la mente, e chi pratica Anapana ne diventa subito consapevole. Il modo per liberarsi dell’impurità è di osservare il respiro per qualche tempo. Se continuiamo ad osservare il respiro, l’impurità sarà rimossa ed eviteremo di fare del male.
Come abbiamo già spiegato, le irregolarità nel respiro sono un segnale di allarme quando siamo sottosopra. In qualsiasi momento, concentrando la nostra attenzione sulla respirazione, saremo più in allerta e non faremo qualcosa di sbagliato.
Perché lasciarsi andare ad un umorismo che ti spinge a fare ciò? C’è una quantità di scherzi che non ti faranno comportare in modo immorale. Se fai qualcosa di sbagliato una volta, anche se per scherzo, sarai tentato di farlo ancora e ancora. Oggi lo fai come scherzo e domani diventerà un’abitudine permanente. Continuerai a giustificarla. L’immoralità è sempre sbagliata, quindi non cercare mai di indulgere in essa, nemmeno per scherzo.
La domanda che dovresti farti è, “Perché non possiamo allontanare le zanzare quando ci pizzicano? Perché desideri ammazzare le zanzare?”. Se ti pizzicano, allora allontanale con zampironi e lozioni senza ammazzarle. Fanne uso quando mediti o in altri momenti, e le zanzare non ti verranno vicino. Ovviamente non ti piace che qualcuno ti faccia del male. Una zanzara è un essere vivente come te ed è nato con l’istinto naturale di succhiare il sangue per nutrirsi. Se non vuoi dar loro da mangiare, non ammazzarle, tienile lontane, e così non causerai alcun male.

È un’azione sbagliata in tutte le circostanze. Ci abituiamo a giustificare una bugia quando non è moralmente giustificabile. Prima di tutto, come puoi essere sicuro che la ragione per cui hai mentito sia OK? Ognuno ha dei limiti nell’analizzare e comprendere le cose, e così è anche per te. È difficile essere perfetti e sapere chiaramente se la bugia sia stata detta per una buona causa. E anche se dici di essere sicuro di avere mentito per una buona causa, sarai destinato a mentire ancora per un’altra causa che pensi sia buona. Se menti ripetutamente, ti abitui a farlo, e lo giustifichi con la scusa che dire una piccola bugia non conta. Non abituarti a fare così. Non farti tentare a mentire per nessuna ragione, per quanto sembri buona. Dì solo la verità.

A volte potresti evitare di dire la verità per paura di far danno a qualcuno. Per esempio, il tuo insegnante ti chiede chi si è comportato male nella tua classe. Tu sai che è il tuo amico il combinaguai ma non vuoi che sia punito. Così dici una bugia bella e buona affermando che il tuo amico è innocente. Vedi bene cosa succede di conseguenza. In superficie sembra che l’aver detto una piccola bugia lo abbia salvato dall’essere punito. Ma in realtà è stato fatto un grande danno e di fatto tu lo hai aiutato a comportarsi male. Non essendo stato corretto quando ha commesso un errore, si sentirà incoraggiato a fare la stessa cosa ancora e ancora. Quindi la tua piccola bugia ha aperto le porte alla cattiva condotta e all’infelicità per il tuo amico. Se fosse venuta fuori la verità, l’insegnante gli avrebbe dato la giusta punizione per impedirgli di andare alla deriva in futuro.

Non vi è nulla di male a restare in silenzio se non vuoi fare commenti. Se pensi che potresti dire qualcosa di scorretto o di sviante, allora con umiltà e fermezza ti puoi rifiutare di rispondere. Non avresti fatto nulla di sbagliato nel dire la verità, che è ciò che non desideri dire. Altrimenti, se cerchi di salvare qualcuno affermando il falso, potresti fargli più male che bene. Non solo potresti far del male al tuo amico, ma potresti anche danneggiare te stesso abituandoti a dire bugie.

Così come proteggi gli altri comportandoti moralmente, allo stesso modo proteggi te stesso. Da un lato vuoi proteggere te stesso e dall’altro parli di agire male. Se agisci in modo immorale ne risulterà infelicità. Quindi come puoi dire di esserti protetto? Come puoi dire di esserti salvato? Di fatto hai minato la tua sicurezza non seguendo il giusto codice di condotta. Devi rafforzare la tua mente. Se la mente è debole ti darà centinaia di scuse per infrangere ogni principio morale. Dirà che si può scusare una piccola bugia se ti salva o se salva qualcun altro. Se la mente è forte, non ascolterà questo genere di scuse zoppicanti e farà in modo che tu ti comporti e parli con decenza. Questa sarà la tua vera protezione. Piano piano, la gente inizierà a conoscerti come una persona veritiera e sperimenterai il dolce frutto di un buon comportamento.
Se fai qualcosa di sbagliato, allora ammettilo davanti a qualcuno di più grande. Non nascondere i tuoi errori, altrimenti sarai portato a ripeterli. Inizierà un processo senza fine. Se confessi a qualcuno di più grande e degno di rispetto che hai fatto un errore, e se inoltre prometti di non farlo più, vedrai che la tua mente guadagnerà forza. Quando non nascondi alcuna delle tue cattive azioni, non sei tentato di ripeterle, in più, se sei determinato a non compiere lo stesso errore di nuovo, comincerai a rafforzare la mente. Questo è il modo giusto. Non c’è nessun altro modo per rimediare.
Se sei abbastanza intelligente, allora ne rimarrai amico, se necessario. Prima di tutto, decidi perché vuoi essere amico di queste persone. Se devi restare in loro compagnia mentre bevono, allora usa la tua intelligenza e il tuo buon senso. Se ti rifiuti di bere dicendo che ora sei una persona pura che pratica la meditazione, si arrabbieranno con te. Quindi, rifiuta con fermezza l’offerta di bere dicendo gentilmente che non ti va. Sarà un’affermazione vera, perché non potrà mai andare bene di bere a uno che sta cercando di rafforzare la sua mente con la meditazione. Considera un esempio: un uomo che soffre di diabete esce una sera con degli amici. Gli amici lo spingono a mangiare dei dolci dicendogli che uno solo non gli farà del male. Se lui mangia i dolci, questo aggraverà soltanto la sua condizione, ma se ha del buon senso, non cederà e non soffrirà. Dirà che è diabetico e che non gli fa bene mangiare dolci, ma che gli altri sono liberi di farlo. In modo simile, esercita la tua forza di volontà e in modo deciso ma educato rifiuta l’offerta di fumare o di bere, dando la semplice ma vera spiegazione che non ti sta bene. Potresti preoccuparti che ti faranno sentire un emarginato. Se sei intelligente, non succederà. Anzitutto: perché far parte di un gruppo dalle cattive abitudini? Se non puoi evitarlo, agisci come suggerito sopra e proteggiti.
Non cercare di raddrizzare il loro modo di comportarsi. Non hai i titoli per farlo fino a quando non hai raddrizzato te stesso. Supponi di avere una gamba ferita; come puoi pensare di aiutare un’altra persona che è senza una gamba? O se sei cieco, come puoi aiutare un altro cieco? Quindi migliora te stesso e gli amici saranno attratti da te. Vedendo il tuo esempio, ti seguiranno e ne trarranno beneficio. Altrimenti, cosa speri di poter raddrizzare? La tua è un’età vulnerabile. Nel correggere gli altri, potresti imboccare il sentiero sbagliato tu stesso. Per questo, alla tua età, impiega il maggior tempo possibile nel farti forte e nello stabilizzarti nel modo giusto di vivere. Lascia il compito di raddrizzare gli altri a qualcun altro.
Lo sappiamo osservando se c’è un cambiamento nelle nostre vite oppure no. Se la nostra mente sta generando tanta negatività come prima, allora non vi è alcun progresso. L’unico criterio è di osservare se c’è una graduale diminuzione dell’inquinamento mentale e se stiamo sviluppando le buone qualità che ci mancavano prima. Se continuiamo a misurare il nostro successo con questa unità di misura, allora supereremo l’abitudine di fare cose sbagliate. Al contrario, agiremo saggiamente. Anche gli altri riconosceranno che siamo delle brave persone perché la verità e l’integrità saranno parti integranti delle nostre vite.





Vecchi studenti



Translations

 English
Česky
Español
Français
हिन्दी
한국어
Polski
Português
Pусский

Per altre informazioni

visitare il sito www.dhamma.org